NOETICA – seconda puntata

Nel post precedente ti ho parlato di Scienze Noetiche dandoti alcune informazioni sull’argomento.
Come ti ho promesso, ora continuo a parlartene per approfondire l’argomento…
Sei pronto? Ok, partiamo 😆

Iniziamo a fare una rapida carrellata di quello che abbiamo detto la volta scorsa…

Cominciamo guardando alla scienza convenzionale, il tipo di scienza con cui hai familiarità dalla scuola. Come è comune nel mondo occidentale, la scienza è un metodo di acquisizione della conoscenza del mondo naturale (e nelle sue moderne applicazioni che includono il contributo del genere umano al mondo attraverso la tecnologia, la medicina, ecc.) usando il metodo scientifico. Esso si basa sull’osservazione, la descrizione e l’investigazione sperimentale dei fenomeni naturali, in modo tale che ipotesi e teorie possano essere offerte per spiegare aspetti della natura, e gli esperimenti possono essere condotti e replicati da altri per testare quelle teorie.

Mentre tendiamo a pensare alla scienza come logica e fattuale, e vista come offerta di verità scientifiche e leggi naturali che sono immutabili e incontestabili, il fondamento scientifico della scienza è che le sue affermazioni devono essere falsificabili – cioè, devono essere in grado di essere testate e smentite.

È così che la scienza differisce dalla religione, che è basata sulla fede o sul credo e non è intrinsecamente testabile o le sue affermazioni falsificabili.

Ed è anche per questo che una costante della scienza è che sta cambiando continuamente. Nuove conoscenze e comprensioni stanno continuamente stravolgendo anche i concetti di base della scienza. Sappiamo tutti come Copernico rovesciò il pensiero convenzionale del tempo in cui la terra era il centro dell’universo teorizzando che la terra ruotasse attorno al sole, e poi Galileo confermò quella teoria fornendo prove. Il loro contributo ha cambiato radicalmente la nostra concezione del nostro posto nel cosmo, uno sconvolgimento nel pensare che, nel caso di Copernico, fosse soprannominata la “rivoluzione copernicana”. La scienza avanza ribaltando ciò che una volta era accettato come “verità” fornendo prove per un verità più completa o verità sostanzialmente rivista. Ecco perché, come disse il filosofo e statista britannico Edmund Burke: “Dobbiamo tutti obbedire alla grande legge del cambiamento. È la più potente legge della natura.

Quel capovolgimento, quel cambiamento, può essere così sorprendente e inatteso da sembrare rivoluzionario.

La Scienza Noetica, d’altro canto, è una scienza di frontiera che indaga l’influenza dell’intelletto sulla materia.
Essa si basa sul superamento della visione positivista della scienza tradizionale che conferisce alle cose un’esistenza oggettiva, governata da leggi deterministiche, ovvero secondo la scienza tutto è causa ed effetto mentre secondo la Scienza Noetica la mente influenza la materia e dunque necessitano altri modelli che comprendano la presenza della mente per spiegare ciò che avviene intorno a noi.

Nello “scontro” tra scienza tradizionalista e scienziati noetici vincono questi secondi perchè esistono studi sperimentali che sovrastano e azzerano gli studi tradizionali.

Basandoci su quanto detto vediamo di specificare alcuni punti su cui si possa ragionare.

Ti dico subito che alcune cose sembreranno strane quando le leggerai. Datti tempo e ragionaci sopra. Se non sei ancora convinto, alla fine ti metterò un elenco di libri che potrai leggere per approfondire i concetti che ti esporrò di seguito.

1. Nell’Universo non esiste alcuna separazione, tutto è intimamente interconnesso.
I nostri sensi ci rappresentano la realtà come eventi separati e consecutivi (o contemporanei ma comunque separati). E’ necessario convincersi che esiste una unità di fondo che collegata tutto ciò che ci circonda.

2. Il principio unitario di tutta la realtà è una matrice di Pura Coscienza (variamente definita come Vacuità, Brahman, Tao, Dio a seconda della Tradizione di riferimento). Da un punto di vista scientifico la matrice unitaria di fondo è definita Vuoto Quantomeccanico dal fisico Massimo Corbucci e Ordine Implicato dal fisico David Bohm.

3. Questa matrice di Coscienza originaria diffrange la sua Essenza e, tramite un processo emanativo analogo alla diffusione della luce della fiamma di una candela, irradia se stessa nel tempo, nello spazio e nella densità, per manifestarsi come pensiero, energia e materia.

4. E’ interessante notare che questo processo è descritto nella Cosmologia Vedica in questa forma: Il Brahman (l’Assoluto) genera Kala (Tempo), Desa (Spazio) e Anu (Atomo materiale, la materia) e si manifesta come anima individuale (Jivatman).
Scrive Swami Sri Yukteswar, il maestro di Yogananda, nel libro “La Scienza Sacra” (1894): “Parambrahma induce la creazione, la Natura inerte (Prakrti), ad emergere. Da OM (Pranava, il Verbo, la manifestazione della Forza Onnipotente) hanno origine “Kala”, il Tempo, “Desa”, lo Spazio e “Anu”, l’Atomo (la struttura vibratoria della creazione).” – “Quindi il Verbo, il Tempo, lo Spazio e l’Atomo sono la stessa e unica cosa, e in sostanza soltanto idee.” (citazione tratta da qui )

5. La separazione che percepiamo tra gli esseri e tra noi e l’ambiente è, quindi, solo uno stato apparente ed illusorio, che può essere trasceso per ritrovare una condizione di unità e beatitudine (per approfondire questi concetti ved. “Lo Spettro della Coscienza” di Ken Wilber – Ed. Crisalide).

6. Dall’intima interconnessione che esiste tra il piano mentale interiore e la realtà materiale esteriore (essendo emanazione della stessa sostanza) e poichè mente e materia si situano su gradi ontologici diversi (il pensiero è “più vicino” all’Essenza e la materia “più lontana”) consegue che: il pensiero muove l’energia e l’energia muove la materia.
La nostra mente ha un preciso effetto di creazione e strutturazione sulla realtà materiale.

7. Su questa base concettuale è anche importante tener presente che i nostri pensieri influenzano la vita e le azioni degli altri e viceversa, in quanto ci influenziamo a vicenda anche senza accorgercene. Il pianeta, infatti, possiede una litosfera (insieme delle rocce che costituiscono i continenti), una idrosfera (insieme delle acque planetarie), un’atmosfera (insieme dei gas terrestri), una biosfera (l’insieme degli esseri viventi)… ma anche una “noosfera” (l’insieme dei pensieri umani). Tutti siamo immersi nella noosfera e la fecondiamo continuamente (in positivo e in negativo) con i nostri pensieri.

Come ti ho detto, ragionaci sopra e nel prossimo post ti indicherò qualche cosa che assolutamente dovresti fare per cambiare la tua vita, e, fidati, potrebbe essere un cambiamento importante 😆

Se pensi che questo articolo possa essere utile a qualcun altro
ti chiedo di ripagare il mio impegno condividendolo con il tuo pubblico
e facendo si che sia utile anche ad altri 😆

 

noetica, olistico

Informazioni su meramente

Mauro Messina ha insegnato dal 1985 al 1990 matematica e fisica presso il Centro Studi “La Scuola”, dal 1991 al 2008 fisica e Scienza delle costruzioni presso la scuola privata “Arcadia”.
E’, dal 2007, Vicepresidente dell’Associazione A.R.S. – Jesi (AN) dove tiene corsi di matematica e fisica.
E’ un Mind Performer con specializzazione sullo Studio Scolastico.

Precedente noetica? NOETICA...?... Successivo UNA COSCIENZA COLLETTIVA

Un commento su “NOETICA – seconda puntata

  1. My brother recommended I might like this website. He was totally right.
    This post truly made my day. You cann not imagine just
    how much time I had spent for this information! Thanks!

I commenti sono chiusi.